/ Aprile 1, 2014/ Cosmetologia, cura della pelle

Wikipedia non lascia speranze: una volta che ce le hai…

L’unico trattamento approvato per questa patologia dall’FDA è quello effettuato con il laser Frazionato Non Ablativo. Per ottenere miglioramenti oggi si utilizzano tecniche estetiche basate su micro-asportazioni della cute da trattare […] il numero di terapie dipende dall’avanzamento del difetto cutaneo e dalla sua estensione. Tuttavia queste cure non danno ancora effetti apprezzabili.

Fortunatamente, qualche tecnica per prevenirle esiste… sempre da Wikipedia:

Possono essere prevenute idratando la pelle, applicando creme che migliorano l’elasticità cutaneapraticando esercizio fisico[non chiaro] e mantenendo una alimentazione sana.


smagliature_1

Guerra alle smagliature

Conosciamole per prevenirle

Con il termine smagliature si intende un comune inestetismo cutaneo caratterizzato da striature, simili a cicatrici sottili, che può interessare varie parti del corpo, sia negli uomini che nelle donne.
Le cause sono molteplici: dalla predisposizione genetica, a fattori ormonali, allo stile di vita, gravidanza, alcune pratiche sportive come il body building, obesità.
Sono più frequenti nella razza bianca, mentre sono praticamente inesistenti in alcune popolazioni asiatiche.
L’evoluzione delle smagliature passa per due stadi:

  • Fase 1: hanno l’aspetto di striature lisce con colore rosso-violaceo. Questo stadio può durare da alcuni mesi fino a 2 anni.
  • Fase 2: le strie cominciano ad assumere un colorito biancastro e tendono ad incresparsi. La pelle si modifica anche a livello fisiologico: smette di produrre sebo e i peli si atrofizzano fino a scomparire.

smagliature pancia

I trattamenti dermocosmetici e le sostanze funzionali per prevenire le smagliature

L’azione preventiva è tanto più efficace quanto più e precoce.
I trattamenti devono essere in grado di stimolare la produzione di fibre di collagene ed elastiche e devono favorire i processi riparativi naturali della pelle.
Per la prevenzione e il trattamento delle smagliature al primo stadio è utile seguire le seguenti strategie:

  • Tonificazione per rafforzare le strutture di sostegno muscolare della pelle.
  • Aumento del microcircolo locale con sostanze che fortificano i capillari e aumentano la circolazione cutanea.
  • Ripristino del film idrolipidico per impedire la disidratazione della pella.
  • Esfoliazione per evitare l’accumulo di cellule morte superficiali che possono ridurre l’ossigenazione dei tessuti.

 Alcuni dei principali ingredienti utili nel trattamento delle smagliature

olio-di-mandorla

  • Olio d’oliva: ottime proprietà emollienti e rigeneranti a livello cutaneo.
  • Olio di mandorle: emolliente, nutriente, elasticizzante.
  • Olio e burro di avocado: nutriente, restitutivo, stimola l’attività dei fibroblasti, restituendo tono ed elasticità alla pelle.
  • Burro di karitè: emolliente, nutriente.
  • Luppolo: da sempre utilizzato nella produzione della birra. Dai fiori di questa pianta si ricavano estratti ammorbidenti, rigeneranti e stimolanti per la pelle, che comportano un miglioramento generale dell’elasticità cutanea.
  • Echinacea: aumenta tono ed elasticità cutanea.

Tra gli ingredienti che migliorano la microcircolazione cutanea:

  • Centella asiatica
  • Ippocastano
  • Rusco
  • Frutti di bosco e in particolare il mirtillo

Tra le sostanze idratanti:

  • Collagene
  • Acido ialuronico
  • Proteine della seta
  • Mucillagini e pectine di  cui sono ricche numerose piante tra cui malva, tiglio, aloe, rosa, fiordaliso.

Un semplice ed efficace trattamento antismagliature da fare a casa

Quotidianamente, dopo la doccia, sulla pelle ancora bagnata, massaggia un po’ di olio di mandorle dolci, eventualmente unito con qualche goccia di olio di oliva, sulle tue zone a rischio smagliatura.
OPPURE, sulla pelle asciutta, massaggia un mix di gel d’aloe vera con qualche goccia di olio di mandorle dolci.
Spesso con i gesti più semplici, ma ripetuti con costanza, si ottengono risultati ottimali.


Ricordati di condividere con i tuoi amici, a meno che non siano dei fortunati asiatici.

Ciao,

SophieCognac

Share this Post

1 Comment

  1. Pingback: Oli, cere e burri vegetali | Cooking Beauty

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*