Scrub esotico ai semi di papavero e sali del Mar Morto | ricetta


Una volta a settimana, ogni 15 giorni, o quando ne senti l’esigenza, la pelle del corpo deve essere esfoliata per eliminare le cellule morte, stimolare il rinnovamento cellulare e la microcircolazione, restituirle luminosità e renderla liscia e morbida.

Se vuoi osare con qualcosa di esotico, prova lo scrub ai semi di papavero e sali del Mar Morto: ecco la ricetta da realizzare in 10 minuti, o forse meno.

scrub semi di papavero sali del mar morto

Le proprietà cosmetiche degli ingredienti scelti

I semi di papavero

I semi di papavero, sono semi oleosi, ricchi di grassi e proteine e sono una ricca fonte di manganese, calcio, acido linoleico (Omega 6), vitamina E e fitosteroli.

Da essi si estrae un olio considerato molto pregiato, lenitivo ed emolliente.

L’olio di semi di papavero, eccezionalmente ricco  di acidi grassi polinsaturi, tra cui l’acido linoleico, è idratante e ristrutturante per la pelle.

I sali del Mar Morto

I sali del Mar Morto contengono una concentrazione molto elevata di sali minerali tra cui potassio, magnesio e calcio.

Per la ricchezza e la varietà dei sali minerali, i sali del Mar Morto godono di proprietà cosmetiche e dermatologiche di grande interesse:

  • lenitivi, calmano irritazioni e infiammazioni della pelle
  • favoriscono l’idratazione e il buon funzionamento delle cellule dell’epidermide
  • tonificano i tessuti cutanei
  • sono purificante e validi alleati contro le infezioni

La ricetta dello scrub ai semi di papavero e sali del Mar Morto

L’occorrente

  • un barattolo con coperchio per contenere il tuo scrub, meglio se in vetro, con chiusura ermetica
  • mortaio e pestello
  • semi di papavero – 7 cucchiai
  • sali del Mar Morto – 6 cucchiai
  • sale grosso da cucina – 4 cucchiai
  • olio di riso q.b.

Il procedimento

  • versa nel mortaio i semi di papavero con olio di riso e schiacciali col pestello: non occorre pestare molto, non devono diventare farina. L’obiettivo è quello di rompere i semi per liberare le sostanze contenute, nell’olio di riso. Se il mortaio non è abbastanza capiente, puoi procedere con un po’ di semi e un po’ di olio alla volta.
  • Versa il pestato nel barattolo.
  • Aggiungi i sali.
  • Ricopri tutto di olio di riso.

Puoi conservare lo scrub nel contenitore chiuso, al riparo da fonti di luce e di calore, anche per molti mesi.

Quando vuoi utilizzarlo prelevane una quantità sufficiente, evitando di introdurre acqua o impurità all’interno del barattolo.

Massaggia sulla pelle umida, dopo la doccia, e risciacqua.

scrub semi di papavero e sali del mar morto

Gli ingredienti per realizzare questo scrub per il corpo li trovi tutti al supermercato.

Il tempo necessario per prepararlo è di 10 minuti, o forse meno.

Puoi conservarlo a lungo.

Con pochi euro di spesa, pochi minuti e senza alcuna difficoltà, puoi realizzare un prodotto cosmetico originale e dalle proprietà straordinarie con cui arricchire la tua routine naturale di cura della pelle.

Condividi questa ricetta e se hai domande, se vuoi  farmi sapere che ne pensi e se hai provato a realizzarla, lascia un commento.

Saluti e baci,

SophieCognac

Tagged with:
Pubblicato su cura della pelle, skin care
4 comments on “Scrub esotico ai semi di papavero e sali del Mar Morto | ricetta
  1. […] Scrub corpo sali del mar morto […]

    Mi piace

  2. NonPuòEssereVero ha detto:

    Io vorrei tanto farmi lo scrub ogni quindici giorni, ma me ne dimentico 😅

    Piace a 1 persona

    • Sophie Cognac ha detto:

      Se te ne dimentichi, magari, é perché non ne senti l’esigenza 😊
      Ti consiglio comunque di farlo, ogni tanto, soprattutto dopo le vacanze al mare, sia perché con il sole la pelle tende a inspessirsi come difesa naturale, sia per evitare antiestetici aloni lasciati dall’abbronzatura che comincia a svanire.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Io e CookingBeauty

Romina Serafini

CookingBeauty è publicato da Romina Serafini.

facebook logoinstagram logopinterest logoG+ logotwitter logo

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.090 follower

Categorie
Instagram
Buona Pasqua e felici spignatti di primavera 💚 . #pasqua2019 #progettoblog #cookingbeauty
Non è la cena! Ma abbiamo una ricetta e la trovi sul blog linkato in bio 👈 . #diybathbomb #bombedabagno #cosmeticifaidate #homemadecosmetics #progettoblog #seleggilmioblogseipiueffervescente 💚
Con la madreperla e l'acido salicilico ci ho fatto una maschera viso dalle proprietà leviganti, elasticizzanti e lenitive per la pelle. La ricetta la trovi sul blog (link in bio). La madreperla l'ho ricavata direttamente dai gusci delle ostriche con un procedimento semplicissimo (trovi pure questo sul blog) 😁 Questa maschera, realizzata a pH basso (4,5), ha effetto peeling e, con le proprietà batteriostatiche dell'acido salicilico, diventa un utile trattamento per l'acne. Se non hai brufoli (ho superato l'acne giovanile da un pezzo pure io 😅) è comunque un prodotto interessante per spianare i segni della pelle e stimolare il rinnovamento cellulare. Se vuoi evitare l'azione esfoliante puoi mantenere il PH a 6/6,5. . #cosmeticifaidate #progettoblog #ecobioblogger #cosmesinaturale #acidosalicilico
Nuova ricetta: un classico tra i rimedi da tenere in casa, la pasta all'ossido di zinco. L'utilizzo è adatto a grandi e bambini (anche molto piccoli) in tutte le situazioni in cui la pelle ha bisogno di immediato sollievo: arrossamenti, irritazioni, scottature, eczemi... 👉 Puoi farla a casa con estrema facilità e pochissimi ingredienti. Trovi la ricetta sul blog (link in bio) . #spignatti #rimedinaturali #progettoblog #ossidodizinco #biobeautyblogger
Skincare completa, tutti prodotti homemade che puoi fare da te con le ricette che trovi sul blog (link in bio) 🙂 Scorri le immagini per vederli tutti 👉👉👉 . #autoproduzionecosmetica #homemadeskincare #cosmeticifattiincasa #biobeautyblogger #progettoblog #seleggilmioblogdiventipiubello 💚💚💚
La zolletta non la mangio, è per dopo, doccia e scrub 😁 Ma prima la colazione e buona domenica 💚 Se vuoi realizzare a casa le zollette di doccia scrub, trovi la ricetta facilissima su #cookingbeauty (il mio blog linkato in bio) . #biobeautyblogger #spignatti #progettoblog #seleggilmioblogdiventipiubello #scrubfaidate #diybeautyrecipes

struccarsiClicca sull’immagine per leggere tutti i post dedicati ai metodi e ai prodotti per struccarsi

lifestyle e off-topicClicca sull’immagine per leggere gli altri articoli di CookingBeauty

Switch-to-Green

STG_challengeIl percorso completo per passare alla cosmesi naturale in 21 giorni. Accetta la sfida!

Previously on CookingBeauty
Follow CookingBeauty on WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: