/ Aprile 21, 2017/ cura della pelle, skin care

Una volta a settimana, ogni 15 giorni, o quando ne senti l’esigenza, la pelle del corpo deve essere esfoliata per eliminare le cellule morte, stimolare il rinnovamento cellulare e la microcircolazione, restituirle luminosità e renderla liscia e morbida.
Se vuoi osare con qualcosa di esotico, prova lo scrub ai semi di papavero e sali del Mar Morto: ecco la ricetta da realizzare in 10 minuti, o forse meno.

scrub semi di papavero sali del mar morto

Le proprietà cosmetiche degli ingredienti scelti

I semi di papavero

I semi di papavero, sono semi oleosi, ricchi di grassi e proteine e sono una ricca fonte di manganese, calcio, acido linoleico (Omega 6), vitamina E e fitosteroli.
Da essi si estrae un olio considerato molto pregiato, lenitivo ed emolliente.
L’olio di semi di papavero, eccezionalmente ricco  di acidi grassi polinsaturi, tra cui l’acido linoleico, è idratante e ristrutturante per la pelle.

I sali del Mar Morto

I sali del Mar Morto contengono una concentrazione molto elevata di sali minerali tra cui potassio, magnesio e calcio.
Per la ricchezza e la varietà dei sali minerali, i sali del Mar Morto godono di proprietà cosmetiche e dermatologiche di grande interesse:

  • lenitivi, calmano irritazioni e infiammazioni della pelle
  • favoriscono l’idratazione e il buon funzionamento delle cellule dell’epidermide
  • tonificano i tessuti cutanei
  • sono purificante e validi alleati contro le infezioni

La ricetta dello scrub ai semi di papavero e sali del Mar Morto

L’occorrente

  • un barattolo con coperchio per contenere il tuo scrub, meglio se in vetro, con chiusura ermetica
  • mortaio e pestello
  • semi di papavero – 7 cucchiai
  • sali del Mar Morto – 6 cucchiai
  • sale grosso da cucina – 4 cucchiai
  • olio di riso q.b.

Il procedimento

  • versa nel mortaio i semi di papavero con olio di riso e schiacciali col pestello: non occorre pestare molto, non devono diventare farina. L’obiettivo è quello di rompere i semi per liberare le sostanze contenute, nell’olio di riso. Se il mortaio non è abbastanza capiente, puoi procedere con un po’ di semi e un po’ di olio alla volta.
  • Versa il pestato nel barattolo.
  • Aggiungi i sali.
  • Ricopri tutto di olio di riso.

Puoi conservare lo scrub nel contenitore chiuso, al riparo da fonti di luce e di calore, anche per molti mesi.
Quando vuoi utilizzarlo prelevane una quantità sufficiente, evitando di introdurre acqua o impurità all’interno del barattolo.
Massaggia sulla pelle umida, dopo la doccia, e risciacqua.
scrub semi di papavero e sali del mar morto
Gli ingredienti per realizzare questo scrub per il corpo li trovi tutti al supermercato.
Il tempo necessario per prepararlo è di 10 minuti, o forse meno.
Puoi conservarlo a lungo.
Con pochi euro di spesa, pochi minuti e senza alcuna difficoltà, puoi realizzare un prodotto cosmetico originale e dalle proprietà straordinarie con cui arricchire la tua routine naturale di cura della pelle.
Condividi questa ricetta e se hai domande, se vuoi  farmi sapere che ne pensi e se hai provato a realizzarla, lascia un commento.
Saluti e baci,
SophieCognac

Share this Post

4 Comments

  1. Io vorrei tanto farmi lo scrub ogni quindici giorni, ma me ne dimentico 😅

    1. Se te ne dimentichi, magari, é perché non ne senti l’esigenza 😊
      Ti consiglio comunque di farlo, ogni tanto, soprattutto dopo le vacanze al mare, sia perché con il sole la pelle tende a inspessirsi come difesa naturale, sia per evitare antiestetici aloni lasciati dall’abbronzatura che comincia a svanire.

  2. Pingback: Come eliminare la cellulite | CookingBeauty

  3. Pingback: Tutto sull’idratazione | CookingBeauty

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*