Scrub esotico ai semi di papavero e sali del Mar Morto | ricetta


Una volta a settimana, ogni 15 giorni, o quando ne senti l’esigenza, la pelle del corpo deve essere esfoliata per eliminare le cellule morte, stimolare il rinnovamento cellulare e la microcircolazione, restituirle luminosità e renderla liscia e morbida.

Se vuoi osare con qualcosa di esotico, prova lo scrub ai semi di papavero e sali del Mar Morto: ecco la ricetta da realizzare in 10 minuti, o forse meno.

scrub semi di papavero sali del mar morto

Le proprietà cosmetiche degli ingredienti scelti

I semi di papavero

I semi di papavero, sono semi oleosi, ricchi di grassi e proteine e sono una ricca fonte di manganese, calcio, acido linoleico (Omega 6), vitamina E e fitosteroli.

Da essi si estrae un olio considerato molto pregiato, lenitivo ed emolliente.

L’olio di semi di papavero, eccezionalmente ricco  di acidi grassi polinsaturi, tra cui l’acido linoleico, è idratante e ristrutturante per la pelle.

I sali del Mar Morto

I sali del Mar Morto contengono una concentrazione molto elevata di sali minerali tra cui potassio, magnesio e calcio.

Per la ricchezza e la varietà dei sali minerali, i sali del Mar Morto godono di proprietà cosmetiche e dermatologiche di grande interesse:

  • lenitivi, calmano irritazioni e infiammazioni della pelle
  • favoriscono l’idratazione e il buon funzionamento delle cellule dell’epidermide
  • tonificano i tessuti cutanei
  • sono purificante e validi alleati contro le infezioni

La ricetta dello scrub ai semi di papavero e sali del Mar Morto

L’occorrente

scrub semi di papavero e sali del mar morto

  • un barattolo con coperchio per contenere il tuo scrub, meglio se in vetro, con chiusura ermetica
  • mortaio e pestello
  • semi di papavero – 7 cucchiai
  • sali del Mar Morto – 6 cucchiai
  • sale grosso da cucina – 4 cucchiai
  • olio di riso q.b.

Il procedimento

  • versa nel mortaio i semi di papavero con olio di riso e schiacciali col pestello: non occorre pestare molto, non devono diventare farina. L’obiettivo è quello di rompere i semi per liberare le sostanze contenute, nell’olio di riso. Se il mortaio non è abbastanza capiente, puoi procedere con un po’ di semi e un po’ di olio alla volta.
  • Versa il pestato nel barattolo.
  • Aggiungi i sali.
  • Ricopri tutto di olio di riso.

Puoi conservare lo scrub nel contenitore chiuso, al riparo da fonti di luce e di calore, anche per molti mesi.

Quando vuoi utilizzarlo prelevane una quantità sufficiente, evitando di introdurre acqua o impurità all’interno del barattolo.

Massaggia sulla pelle umida, dopo la doccia, e risciacqua.


Gli ingredienti per realizzare questo scrub per il corpo li trovi tutti al supermercato.

Il tempo necessario per prepararlo è di 10 minuti, o forse meno.

Puoi conservarlo a lungo.

Con pochi euro di spesa, pochi minuti e senza alcuna difficoltà, puoi realizzare un prodotto cosmetico originale e dalle proprietà straordinarie con cui arricchire la tua routine naturale di cura della pelle.

Condividi questa ricetta e se hai domande, se vuoi  farmi sapere che ne pensi e se hai provato a realizzarla, lascia un commento.

Saluti e baci,

SophieCognac

 

Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su Cura della pelle, Skincare, Spignatto101 - ricette cosmetiche, Trattamenti cosmetici
2 comments on “Scrub esotico ai semi di papavero e sali del Mar Morto | ricetta
  1. NonPuòEssereVero ha detto:

    Io vorrei tanto farmi lo scrub ogni quindici giorni, ma me ne dimentico 😅

    Liked by 1 persona

    • Sophie Cognac ha detto:

      Se te ne dimentichi, magari, é perché non ne senti l’esigenza 😊
      Ti consiglio comunque di farlo, ogni tanto, soprattutto dopo le vacanze al mare, sia perché con il sole la pelle tende a inspessirsi come difesa naturale, sia per evitare antiestetici aloni lasciati dall’abbronzatura che comincia a svanire.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

CookinBeauty è pubblicato da Romina Serafini.
cookingbeauty on instagram cookingbeauty on facebook cookingbeauty on bloglovin

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 620 follower

Categorie
Instagram
Ogni tanto torno 😁
E stasera sono qui col nuovo post di #cookingbeauty "Estratto idroglicerinato di melograno: ecco come fare"
Leggi l'articolo sul blog (trovi il link nelle info del mio profilo) per scoprire le proprietà dermocosmetiche di questo frutto delizioso ❤️
. 
#melograno #estrattinaturali #estrattoidroglicerinato #blog #blogger #diybeauty #spignatti #autoproduzionecosmetica #cosmeticifaidate #homemadecosmetics #sophiecognac #seleggilmioblogdiventipiubello Olio di semi di zucca, cannella, zucchero e mela per uno #scrub labbra delicatamente esfoliante e gustoso quasi quanto la torta di @incucinaconsissi
Entrambe le ricette a vostra disposizione su #cookingbeauty (link in bio) e sul blog di Sissi.
Che ne pensate di questa accoppiata insolita?
.
.
.
#foodandbeauty #unaricettax2 #spignatti #cosmeticifaidate #diybeauty #autoproduzionecosmetica #homemadecosmetics #scrublabbra #lipscrub Melograni biologici fonte di salute e bellezza.
Ne mangerò qualcuno e ne terrò da parte un paio per le ricette di #cookingbeauty
Sai che puoi farci un estratto idroglicer nato da inserire nei tuoi #spignatti come antiossidante?
Tutte le ricette cosmetiche prossimamente sul blog 💚
.
#seleggilmioblogdiventipiubello #autoproduzionecosmetica #cosmesinaturale #cosmesibio #sophiecognac #progettoblog #instalike #instapic #instaphoto #melograno #ottobre #cosmeticifaidate Spignatto e cucina hanno in comune più di quanto immagini: dagli ingredienti, alle tecniche, agli utensili... Settembre è il mese dell'uva e queste sono le ricette che la vedono protagonista per #uvasaporidibellezza un progetto in collaborazione tra food blogger e DIYbeauty blogger per #FoodAndBeauty

Su #CookingBeauty (link in bio) trovi la mia ricetta 🍇 BOOSTERBALM: balsamo con olio di vinaccioli per capelli sottili, sciupati, che si spezzano facilmente 
e i link alle ricette di cucina delle food blogger: 🍇 le sfogliatine con uva, kiwi e ricotta di @incucinaconsissi 🍇 La torta soffice al grano saraceno e succo d’uva – senza glutine e senza latticini di @cioccolatoeliquirizia 🍇 L'Uva: proprietà benefiche e tre antipasti facili e veloci di @blog_leomamma_

tante idee da realizzare con l'uva :) #uva #settembre #spignatto #autoproduzionecosmetica #diybeauty #beautyrecipes #foodrecipes #cosmeticifaidate #homemadebeauty #cosmesibio #conchiglie
Per pulirle e igienizzarle tienile immerse in una soluzione di acqua e bicarbonato per una settimana. Poi sciacqua e lascia asciugare bene all'aria.
🐚♥️🌞
#unestatealmare #beachstyle #cookingbeauty #progettoblog #sophiecognac #instaphoto #instapic #instalike I suggerimenti di fine stagione per scegliere le coccole più adatte alla tua pelle per combattere lo stress da rientro! 🌈🔆🍉
Online l'articolo completo :) link in bio .
.
.
#cookingbeauty #sophiecognac #seleggilmioblogdiventipiubello #beachstyle #unestatealmare #cosmesinaturale #greenbeauty #autoproduzionecosmetica #diybeauty #handmadecosmetic #homemadebeauty #progettoblog #beautytips #naturalskincare
Previously on CookingBeauty
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: