Little Ondine smalto peel-off: esiste davvero!


Qualche giorno fa un mio amico, un po’ per scherzo, ha condiviso un video sul mio profilo facebook: uno smalto che puoi rimuovere staccandolo dall’unghia come fosse una pellicola.

Mi ha incuriosita e sono andata a cercarlo… grazie per la dritta, Luca!

Questo articolo non è sponsorizzato.

Little Ondine smalto peel-off

Little Ondine e lo smalto peel-off

Little Ondine™ è un’azienda inglese produttrice di smalti che si rimuovono senza solvente.

Questo nuovo concept di smalto forma una pellicola colorata sull’unghia; per rimuoverla basta sollevarla delicatamente con una bacchetta per manicure e tirarla via.

smalto peel-off

< fotogramma dal video >

In alternativa, puoi tenere le dita ammollo in acqua calda per qualche minuto e poi rimuovere lo smalto con un dischetto di cotone imbevuto di alcol.

Questo è il link al video, se vuoi guardarlo.

Uno smalto a base d’acqua

La formula di questo smalto è a base d’acqua e comprende essenzialmente resine e pigmenti di colore.

Come dichiarato sul sito del produttore, non contiene formaldehyde, toluene, DBP, formaldehyde resin, camphor, xylene, ethyl tosylamide, parabens e acetone e non ha odore.

INCI

AQUA (WATER), POLYURETHANE-35, ACRYLATES/VP COPOLYMER, HYDROXYPROPYL METHYLCELLULOSE, GLYCERIN, TRIETHANOLAMINE, LAURETH-21. MAY CONTAIN (+/-): MICA, POLYETHYLENE TEREPHTHALATE, CI 77891, CI 12490, CI 74160, CI 11710, CI 77266, CI 77000

Colori brillanti

LittleOndinenailcolors

< immagine dal sito Little Ondine >

L’assortimento di colori è molto vasto, dai più classici agli eccentrici, e comprende base e top coat. Puoi vederli tutti sul sito.

Come si applica

Non ho provato personalmente questo prodotto. Le informazioni riportare provengono dal sito dell’azienda e da recensioni e opinioni di consumatrici, trovate sul web.

Prima di utilizzare lo smalto lava le unghie e asciugale oppure passa sull’unghia un dischetto di cotone imbevuto di alcol.

L’applicazione è quella di un qualunque smalto. Puoi applicare 2 o tre passate di colore. Ovviamente, per mantenere l’effetto peel-off devi utilizzare base e top-coat della stessa linea.

Sul sito Little Ondine leggo che lo smalto asciuga in pochi minuti. Le recensioni lette sul web parlano di circa un’ora per un’asciugatura completa!

Dopo l’applicazione evitare il contatto con acqua calda per almeno tre ore.

Dove acquistare

In Italia lo smalto Little Ondine è disponibile on line su QVC, rivenditore ufficiale, ma lo trovi facilmente anche su Amazon.

Sono disponibili kit da 2, 3 e 4 pezzi. Il prezzo del kit da 2 smalti ha un prezzo minimo di 18,50 €.  Top coat e base costano intorno ai 15 €.


Per quanto sia incuriosita e attratta dalla possibilità di rimuovere lo smalto semplicemente tirandolo via, quell’ora di asciugatura  mi sconcerta amaramente 🙂 Non credo che l’utilizzerei e, dato il prezzo, non lo comprerei al solo scopo di vedere com’è.

Se l’hai provato, però, sono davvero curiosa di sapere che ne pensi. Lasciami un commento.

Ciao,

SophieCognac

Pubblicato su Recensioni / Review
5 comments on “Little Ondine smalto peel-off: esiste davvero!
  1. Laura & Samantha ha detto:

    L’aspetto davvero interessante è la composizione, poi bisogna vedere la durata sull’unghia, chissà se si rovinano come gli altri dopo circa 3 giorni…Laura

    Piace a 1 persona

  2. Ricordo che la mia compagna di banco – tanti, tanti anni fa! Si parla della seconda metà degli anni ’90 – aveva acquistato degli smalti peel-off… Non ricordo se era poco prima delle vacanze, o a settembre al rientro dalle vacanze, ma insomma ce la presentò come la novità dell’estate di quell’anno, e ci mostrò come, effettivamente, questi smalti si rimuovevano senza acetone, come una pellicola…
    Nonostante quello che diceva la nostra amica, in realtà noi altre ragazzine non avevamo neanche sentito parlare di questi smalti, né allora né in seguito, e personalmente la considerai una di quelle cose che si potevano trovare in omaggio su Cioè (rivista che andava tra le giovanissime di quegli anni!)! 🙂 Adesso, leggendo il tuo articolo, scopro che sono tornati in auge! Chissà se stavolta, a distanza di anni, riscuoteranno maggior successo e diffusione?
    Sarei curiosa di sapere se sono più sicuri per la salute dell’unghia e se offrono altri significativi vantaggi rispetto agli smalti classici… Da quel che scrivi, i tempi di asciugatura sono eccessivi! Per il momento, in attesa di maggiori informazioni, penso che rimarrò “fedele” agli smalti classici! 🙂

    Piace a 1 persona

    • Sophie Cognac ha detto:

      Oddiooo con Cioè hai riesumato un mostro sacro della mia adolescenza 🙂
      A intuito direi che gli smalti peel-off potrebbero essere meno nocivi per l’unghia: credo che il prodotto assorbito sia minore rispetto ad uno smalto classico e la formula di quelli presentati nell’articolo, a base acquosa, è effettivamente meno tossica della tradizionale (ma assolutamente non naturale, tantomeno bio).
      Oltre al tempo di asciugatura non sono riuscita a reperire informazioni sulla durata: il prodotto è interessante ma sono d’accordo sull’aspettare informazioni più concrete.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Io e CookingBeauty

Romina Serafini

CookingBeauty è publicato da Romina Serafini.

facebook logoinstagram logopinterest logoG+ logotwitter logo

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.091 follower

Categorie
Instagram
#summermusthave ☀️ Post puntura: indispensabile ogni estate! Efficace su punture di zanzara e insetti vari ma anche per le irritazioni causate dalle meduse (la testo da anni 😁). La ricetta non è mia ma è la più efficace che ho trovato sul web (facilissima anche! Te la scrivo nel primo commento qui sotto). #cookingbeauty #postpuntura #cosmeticifaidate #progettoblog #diybeautyproducts #biobeautyblogger #rimedinaturali
Buona Pasqua e felici spignatti di primavera 💚 . #pasqua2019 #progettoblog #cookingbeauty
Non è la cena! Ma abbiamo una ricetta e la trovi sul blog linkato in bio 👈 . #diybathbomb #bombedabagno #cosmeticifaidate #homemadecosmetics #progettoblog #seleggilmioblogseipiueffervescente 💚
Con la madreperla e l'acido salicilico ci ho fatto una maschera viso dalle proprietà leviganti, elasticizzanti e lenitive per la pelle. La ricetta la trovi sul blog (link in bio). La madreperla l'ho ricavata direttamente dai gusci delle ostriche con un procedimento semplicissimo (trovi pure questo sul blog) 😁 Questa maschera, realizzata a pH basso (4,5), ha effetto peeling e, con le proprietà batteriostatiche dell'acido salicilico, diventa un utile trattamento per l'acne. Se non hai brufoli (ho superato l'acne giovanile da un pezzo pure io 😅) è comunque un prodotto interessante per spianare i segni della pelle e stimolare il rinnovamento cellulare. Se vuoi evitare l'azione esfoliante puoi mantenere il PH a 6/6,5. . #cosmeticifaidate #progettoblog #ecobioblogger #cosmesinaturale #acidosalicilico
Nuova ricetta: un classico tra i rimedi da tenere in casa, la pasta all'ossido di zinco. L'utilizzo è adatto a grandi e bambini (anche molto piccoli) in tutte le situazioni in cui la pelle ha bisogno di immediato sollievo: arrossamenti, irritazioni, scottature, eczemi... 👉 Puoi farla a casa con estrema facilità e pochissimi ingredienti. Trovi la ricetta sul blog (link in bio) . #spignatti #rimedinaturali #progettoblog #ossidodizinco #biobeautyblogger
Skincare completa, tutti prodotti homemade che puoi fare da te con le ricette che trovi sul blog (link in bio) 🙂 Scorri le immagini per vederli tutti 👉👉👉 . #autoproduzionecosmetica #homemadeskincare #cosmeticifattiincasa #biobeautyblogger #progettoblog #seleggilmioblogdiventipiubello 💚💚💚

struccarsiClicca sull’immagine per leggere tutti i post dedicati ai metodi e ai prodotti per struccarsi

lifestyle e off-topicClicca sull’immagine per leggere gli altri articoli di CookingBeauty

Switch-to-Green

STG_challengeIl percorso completo per passare alla cosmesi naturale in 21 giorni. Accetta la sfida!

Previously on CookingBeauty
Follow CookingBeauty on WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: