/ Settembre 13, 2017/ Altro - teoria

Le cause sono molteplici: età, gravidanza, assunzione di alcuni farmaci, esposizione al sole senza adeguata protezione, infiammazioni cutanee come l’acne…
L’effetto, antiestetico,  è la comparsa di discromie della pelle, macchie scure o chiare, dovute ad una concentrazione non omogenea di melanina.
La prevenzione è sempre il migliore approccio; la cura è possibile, con interventi diversi a seconda del livello di gravità.

ipo e iperpigmentazione cutanea

Come trattare le macchie della pelle

In questa sede ci occuperemo di come trattare le macchie scure e chiare della pelle a livello cosmetico, nelle condizioni in cui gli inestetismi sono ancora lievi.
In situazioni più difficili in cui il fenomeno assume una rilevanza maggiore, dovrà essere trattato con sistemi di esfoliazione profonda eseguiti da professionisti (estetista o medico a seconda della gravità e del trattamento).
A titolo generale, trovi in quest’altro articolo una guida per orientarti nella scelta di un prodotto cosmetico, a seconda delle tue esigenze.
Per i cosmetici utili a trattare le discromie della pelle valgono gli stessi principi e trovi di seguito i trattamenti più adatti e gli ingredienti che meglio risolvono questi problemi.

Ipopigmentazione cutanea

La formazione di macchie chiare sulla pelle, non di natura congenita, può manifestarsi su tutto il corpo, ma di solito è localizzata su viso, mani e genitali. Le aree più chiare non contengono melanina, pertanto devono essere protette accuratamente dall’esposizione al sole.
I trattamenti dermocosmetici per la depigmentazione della pelle puntano a stimolare la produzione di melanina. Per ridurre l’inestetismo dovuto alla presenza di macchie più chiare, puoi utilizzare autoabbronzanti.

Acceleratori di abbronzatura

Sono ingredienti cosmetici che, agendo sull’attività cellulare, stimolano la produzione di melanina.

Autoabbronzanti

Sono ingredienti che, reagendo con le proteine della pelle, colorano la cheratina. A questa categoria di materie prime appartengono il diidrossiacetone (DHA) e l’eritrulosio, entrambi di origine naturale.
macchie cutanee

Iperpigmentazione cutanea

Le macchie scure della pelle sono determinate da accumuli di melanina. Le cause possono essere molteplici come pure la loro diffusione e conformazione.
Anche nel caso di macchie cutanee scure, la fotoprotezione è un elemento importante nella prevenzione e nella limitazione dell’inestetismo.
Una buona abitudine è quella di eseguire scrub periodici, per eliminare impurità e cellule morte e stimolare il rinnovamento della pelle.
I prodotti più adatti a trattare iperpigmentazione sono antiossidanti (il processo di ossidazione è coinvolto nella melanogenesi) e hanno come obiettivo l’inibizione della produzione di melanina.
Gli ingredienti antiossidanti li trovi nell’articolo dedicato agli attivi funzionali cosmetici.

Depigmentanti

Tra gli ingredienti cosmetici con un effettivo potere schiarente ci sono

  • l’acido ascorbico (vitamina C): leggero effetto schiarente, antiossidante, accelera il turnover cellulare;
  • la niacinamide (vitamina PP): usata al 4% ha funzione schiarente.
  • l’acido azelaico: riduce la produzione di melanina;
  • l’acido kojico (o cogico): inibisce la produzione di melanina;
  • la glicirizzina: inibisce la produzione di melanina;
  • l’acido ellagico: si estrae dal melograno, inibisce la pigmentazione da raggi UVB;

Nella ricerca di prodotti per schiarire le macchie della pelle, devi cercare questi ingredienti. La loro efficacia dipende da un uso costante e prolungato, abbinato con gli altri trattamenti consigliati per la riduzione dell’iperpigmentazione.
Non utilizzare detergenti aggressivi ed evita di esporti al sole nei periodi in cui utilizzi cosmetici di questa categoria.


Come sempre ti invito a condividere questo post sui tuoi social se ti è piaciuto e l’hai trovato utile; a scrivere nei commenti se hai domande o vuoi condividere la tua opinione e per farmi sapere che ne pensi.
Puoi seguire CookingBeauty via email, inserendo il tuo indirizzo nell’apposito campo, iscrivendoti al blog o seguire la pagina facebook lasciando il tuo like 🙂
Grazie,
SophieCognac

Share this Post

6 Comments

  1. Pingback: Trattamenti dermocosmetici diversi per le diverse tipologie di pelle | Cooking Beauty

  2. Effettivamente è un problema che ho avuto anche io in passato e si è manifestato durante la mia prima gravidanza. Tra l’altro era pure d’inverno, quindi non era nemmeno un problema che potesse dipendere dall’esposizione.
    Poi però la macchie se ne sono andate da sole così com’erano venute… certo son passati anni però. (non ero ancora in fissa con le cure cosmetiche, ma piuttosto “nature”, diciamo : )
    Durante la seconda gravidanza invece non ho più avuto nessun problema di questo tipo, le macchie non sono più ricomparse. Menomale : D

    1. Lo sconvolgimento ormonale della gravidanza è di certo una delle cause principali dell’iperpigmentazione.
      Capita che le macchie scompaiano spontaneamente, col passare del tempo,
      soprattutto quelle scure.
      Io le ho avute, anche abbastanza evidenti sulla fronte, molti anni fa, a causa dei raggi UV nonostante la protezione altissima: la mia pelle non era abituata al sole di Lampedusa 🙂 Poi, nel giro di diversi anni, si sono schiarite fino a scomparire quasi del tutto. Non ho fatto trattamenti specifici, oltre allo scrub ogni tanto, ma ho continuato ad utilizzare la protezione solare anche d’inverno.

  3. Ciao Romi *
    hai per caso un post su come si usa la niacitamine? ….sarebbe utrilissimo!

    1. Niacinamide? Non ho un post specifico, trovi qualcosa qui https://cookingbeauty.it/2017/03/08/materie-prime-cosmetiche-la-lista-delle-indispensabili-secondo-me-parte-2-gli-attivi-funzionali/
      Ho intenzione di scrivere in futuro uno o più articoli su come trattare le pelli acneiche, ne parlerò in modo più approfondito

  4. Pingback: Libri e manuali di cosmetologia e cosmesi: quali ti consiglio | CookingBeauty

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*