/ Giugno 25, 2018/ Altro - teoria

La pelle di neonati e bambini ha caratteristiche fisiologiche ed esigenze molto diverse dalla cute degli adulti.
Una conoscenza di base della cosmesi infantile è necessaria per poter scegliere i cosmetici destinati alla prima infanzia in modo consapevole.

la cosmesi infantile

La pelle del neonato e del bambino

La cute dei bambini, dalla nascita fino alla pubertà, è un organo ancora in fase di sviluppo.
Fino al terzo mese di età, le ghiandole sebacee sono attive, successivamente smetteranno di funzionare  fino alla pubertà. Ne deriva che il film idro-lipidico e, quindi, la funzione barriera della pelle di neonati e bambini, sono notevolmente ridotti.
Il fattore di idratazione naturale è presente in quantità minore: la cute infantile è più secca.
A causa della disidratazione, la pelle del neonato presenta spesso desquamazioni e screpolature e può essere soggetta ad arrossamenti e macerazioni soprattutto nelle aree a contatto col pannolino.  
Rispetto alla pelle degli adulti, la cute infantile presenta

  • epidermide e derma più sottili
  • un pH più elevato
  • minore produzione di melanina
  • minori difese nei confronti di funghi e batteri
  • e – come già detto – un film idrolipidico poco sviluppato.

Queste caratteristiche contribuiscono a rendere la pelle infantile più delicata e indifesa rispetto agli agenti esterni.

I cosmetici per l’infanzia: paidocosmetici

I prodotti cosmetici destinati alla prima infanzia (paidocosmetici) devono presentare standard elevati di efficacia e sicurezza.
Le tipologie cosmetiche dedicate sono le più svariate: detergenti, idratanti, emollienti, lenitive e prodotti solari. Tutte devono rispettare le seguenti caratteristiche fondamentali:

  • totale atossicità
  • facilità di applicazione
  • elevata stabilità
  • assenza di profumi e coloranti per minimizzare i rischi di allergia.

Le principali esigenze fisiologiche della pelle del bambino sono idratazione e protezione solare, oltre a problematiche specifiche come arrossamenti e prurito.
cosmesi infantile - sketch-note

Prodotti per la detersione

I detergenti destinati all’infanzia, devono essere molto delicati, senza profumo, senza sostanze irritanti e rispettare il pH cutaneo.
Sono preferibili quelli contenenti ingredienti emollienti e lenitivi, affini con la composizione del sebo.
Nell’elenco che segue trovi alcuni tra gli ingredienti più adatti a prodotti detergenti per bambini:

  • insaponificabile di avocado e dell’olio di oliva,
  • olio di avocado,
  • amido di riso,
  • farina di avena.

Shampoo

E’ sconsigliato nei primissimi mesi di vita.
In presenza di crosta lattea è preferibile usare un olio-shampoo in grado di ammorbidire le crosticine sebacee. Sempre consigliato, comunque, sentire il parere del medico.
Gli shampoo destinati alla cosmesi infantile, dovranno avere pH affine a quello del condotto lacrimale (pH 7) per evitare di bruciare gli occhi.
I migliori sono quelli arricchiti con proteine naturali, idrolizzate, dotate di proprietà nutrienti per la cute.

Creme viso e corpo

Le creme più adatte alla cute infantile dovranno essere idratanti, emollienti e lenitive e formulate come emulsioni acqua in olio per un migliore effetto barriera.
Un’applicazione quotidiana, dopo la detersione, aiuta a proteggere la pelle del bambino da agenti esterni che possono disidratare e arrossare.
Tra gli ingredienti idratanti, emollienti e lenitivi adatti ai bambini, ci sono:

  • calendula
  • bisabololo
  • burro di karitè
  • olio di oliva
  • olio di avocado
  • malva
  • amamelide
  • proteine del grano
  • aloe
  • rosa
  • allantoina
  • betaina
  • ossido di zinco

Protezione solare

La cute infantile è più indifesa nei confronti delle radiazioni solari. Una adeguata protezione è fondamentale (ma lo è anche per gli adulti).
Nei primi 3 anni di vita, i bambini non dovrebbero essere esposti al sole per periodi prolungati.
Negli anni successivi è necessaria una protezione solare alta (SPF 50+), applicata adeguatamente e ripetutamente.
Anche per i bambini più grandi, è consigliabile utilizzare protezione con SPF non inferiore a 30, qualunque sia il tipo di pelle.
Valgono sempre le regole di carattere generale, evitando l’esposizione nelle ore centrali della giornata e proteggendo la testa con un cappellino.
Dopo l’esposizione al sole, applicare sempre una emulsione idratante, emolliente e restitutiva.


Per le sostanziali differenze tra la pelle degli adulti e quella dei bambini, così come i cosmetici per gli adulti non sono adatti alla pelle del bambino, vale anche il contrario: i paidocosmetici non sono indicati per gli adulti, soprattutto per la differenza di pH.
Nelle prossime settimane troverai altri post dedicati alla cosmesi infantile e alcune semplici ricette cosmetiche adatte ai bambini.
Per ricevere le notifiche sulle future pubblicazioni, puoi registrarti con il tuo indirizzo email o lasciare il MIPIACE alla pagina Facebook.
A presto,
SophieCognac

Share this Post

5 Comments

  1. Utile il tuo articolo,tutte cose che già sapevo ma ogni tanto fa bene rileggere tutto😊

    1. Grazie Manuela 😊

  2. Con un sacco di ritardo alla fine sono arrivata! Un articolo completissimo Romi Grazie!
    Da ricondividere in pagina nei prossimi giorni!

    1. Grazie a te Khadi

  3. Pingback: Doposole fai da te per bambini | CookingBeauty

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*